News

Gestioni manutenzioni costruzioni


L’evoluzione della Gallico-Gambarie. Sei chilometri di strada costruiti per unire.

Proseguono i lavori di AVR S.p.A. per l’esecuzione del III Lotto della Gallico-Gambarie, opera più rilevante attualmente in costruzione in Calabria ed unico dei “grandi progetti” tra quelli programmati e finanziati dalla Commissione Europea per la Regione Calabria.

Dopo una fase iniziale di predisposizione del percorso, i primi mesi del 2018 hanno visto il montaggio degli impalcati metallici in acciaio corten del viadotto Sant’Alessio, il più importante dell’intera opera con i suoi 1.100 metri di lunghezza. Parallelamente, a cavallo tra giugno e luglio, è stato effettuato il varo del primo tratto della strada, da pila P6 a pila P17. Il periodo appena trascorso, ha quindi impegnato il personale AVR su molti fronti, mobilitando oltre un centinaio di risorse tra maestranze e tecnici, quotidianamente impegnati nelle principali attività di cantiere quali: opere di sottofondazione in pali di grande diametro e micropali, interventi di consolidamento dei versanti prospicienti il futuro tracciato stradale, muri di contenimento sia gettati in opera che realizzati mediante posa di elementi prefabbricati, opere idrauliche per garantire la continuità idraulica del bacino, interventi di ingegneria naturalistica consistenti in muri in terre armate e gabbionate, opere di fondazione ed elevazione relative a pile e spalle dei viadotti.

Il percorso per la costruzione della Gallico-Gambarie ha visto anche l’avvicendarsi di attività di controllo e collaudo in corso d’opera, oltre a quelle relative alle ingenti misure di prevenzione e protezione previste dal piano di sicurezza e coordinamento.

Nel palinsesto delle attività che il personale AVR ha dovuto affrontare, non sono mancate le avverse condizioni atmosferiche, in particolare le diverse alluvioni causate dalle particolari condizioni geo-morfologiche del territorio che hanno causato l’esondazione del torrente “Gallico” e hanno portato all’inevitabile rallentamento del cantiere.

I mesi che ci dividono dall’inizio del 2019, saranno fondamentali principalmente per lo sblocco di numerosi fronti di lavoro finora sospesi perché oggetto di variante in corso d’opera; questa evoluzione, permetterà di tracciare un bilancio significativo sull’effettivo avanzamento dell’opera e darà nuova forza al progetto. In conclusione, possiamo affermare che la Gallico-Gambarie ha tutte le caratteristiche per essere un’opera dal carattere complesso e parallelamente un elemento di grande attenzione mediatica e scientifica come è stato dimostrato dalla recente visita organizzata dal Dipartimento di Ingegneria Civile dell’Università della Calabria.