News

Gestioni manutenzioni costruzioni


AVR ha preso parte ai primi test di ETSI sul mondo reale dedicato all'ITS

Il quinto evento ETSI ITS Plugtests, svoltosi nell’area del Porto di Livorno e sulla Strada di Grande Comunicazione Firenze-Pisa-Livorno, si è concluso lo scorso 18 Novembre 2016 dopo due settimane dedicate ai test di interoperabilità dei sistemi di trasporto intelligente, sia fra veicoli (V2V – Vehicle to Vehicle) sia fra i veicoli e le infrastrutture (V2I – Vehicle to Infrastructure).

ETSI ha lavorato per vari mesi alla preparazione di questo evento, in collaborazione con i sui partner ERTICO, CNIT, Autorità Portuale di Livorno, Regione Toscana, AVR in qualità di gestore della SGC FiPiLi, Autostrade Tech e Telecom Italia. Questo evento ha dato un forte contributo allo sviluppo dei sistemi ITS, ai test di interoperabilità delle principali aziende mondiali attive in questo settore, dimostrando inoltre la convergenza fra ITS e IoT.

Durante le due settimane è stato riprodotto uno scenario reale dei sistemi ITS del futuro, con oltre 350 applicazioni fra infrastrutture e veicoli; tutte le aziende che hanno partecipato hanno avuto l’occasione di dimostrare le conformità allo standard ETSI ITS Release 1. Un evento unico ed importantissimo per chi sviluppa questo tipo di tecnologie, che gli ha permesso di massimizzare i prodotti della ricerca verso soluzioni ITS sia per campo urbano sia extraurbano.

AVR ha partecipato a questo evento affiancando ETSI e CNIT dell’organizzazione di una parte dell’infrastruttura: la SGC FiPiLi è stata “proiettata” nel futuro, con l’installazione di apparati specifici lungo strada (forniti da Siemens, Swarco e CNIT) in grado di comunicare con i veicoli, inviando i messaggi e gli eventi gestiti dalla Sala Radio realizzata da AVR presso la propria sede di Empoli. Inoltre, sempre nella sede di Empoli, è stato ospitato e integrato con tutta l’infrastruttura di rete nella FiPiLi, il server DATEX-C-ITS, messo a punto da Autostrade Tech e in grado di tradurre in messaggi dello standard DATEX verso le specifiche ETSI ITS.

Infine, AVR ha messo a disposizione una flotta di 16 veicoli e 8 guidatori, che per tutta la durata dell’evento hanno eseguito tutti test sull’area del porto e sulla FiPiLi.

“Nei sistemi ITS l’interoperabilità è un fattore fondamentale, e questi Plugtests sono stati una grande opportunità per tutti i principali attori del settore. Il fatto che numerose aziende da più aree del mondo ITS stiano investendo e siano pronti per test su scenari reali, dimostra l’elevato livello di maturità raggiunto dagli Standard e sulle relative implementazioni”, dichiara Marco Annoni, ETSI ITS Vice-Chair.

Ci riferiamo alle recenti notizie apparse sugli organi di stampa, con riferimento alle quali il Gruppo AVR intende rilasciare la presente comunicazione al fine di fare chiarezza, atteso che talune testate giornalistiche, nei cui confronti saranno intraprese le opportune azioni legali, hanno riportato notizie inesatte oltreché, in alcuni passaggi, gravemente diffamatorie della reputazione della scrivente.

Preme in particolare precisare, quanto alle misure in concreto disposte, che AVR S.p.A. e la controllata Autostrade - Service Servizi al Territorio S.p.A., con provvedimento emesso dal Tribunale di Reggio Calabria, Sez. Misure di Prevenzione, sono state sottoposte a misura di prevenzione ex art. 34 d. lgs. n. 159/2011 (c.d. “amministrazione giudiziaria dei beni connessi ad attività economiche e delle aziende”) per un periodo di sei mesi. La misura prevede, nello specifico, la nomina di un collegio di amministratori giudiziari che non si sostituirà bensì affiancherà il management aziendale, pienamente in carica e deputato a garantire la continuità aziendale e la tutela del patrimonio e dei livelli occupazionali. In particolare il nostro Presidente e Amministratore Delegato continua e continuerà a svolgere le proprie funzioni in modo pieno.

Nei confronti delle Società non sono state invece adottate né misure interdittive né misure conservative del patrimonio né tantomeno sequestri. Si precisa che il nostro Presidente e Amministratore Delegato non ha ricevuto contestazioni che attengano in alcun modo a fattispecie di mafia.

Si segnala infine, ove occorra, che il provvedimento, secondo quanto stabilito dalle norme di settore, non comporta il venir meno dei requisiti di ordine generale in capo alle due società del Gruppo, che mantengono pertanto i contratti d’appalto in essere nonché la possibilità di acquisirne di nuovi prendendo utilmente parte a procedure ad evidenza pubblica.

Per quanto sopra, si comunica che le società del Gruppo interessate dalla misura sono, allo stato, pienamente operative nel mercato e continueranno pertanto a garantire il regolare svolgimento delle attività aziendali.

Roma, 10 Giugno 2020